Laboratorio di Wire: Antonio

follorecchinipicc.jpg Antonio è un esperimento nato per caso. Quando non so cosa fare (oltre a fare chiusure) faccio spirali con il filo di rame pensando alle mille forme che potrei fare ma non mi sono mai decisa.

Un giorno mi sono stufata e l’ho chiuso alla buona e TOH! Che caruccio, sembra una goccia! Allora ho iniziato a creare dei ciondolini e li ho messi tutti insieme… il risultato non è male!

Istruzioni per l’uso: sono finiti nella sezione gioiellibellimamonelli perchè per i miei gusti sono troppo grossi (o estivi: in estate niente è esagerato!). Indossateli però abbinati a una comoda tuta da casa, mentre lavate i piatti vi tengono compagnia e vi raccontano pure barzellette sconce! 

Memorandum: ricordarsi di lasciare le asole abbastanza grandi in modo che possano scorrere bene e ciondolare, in caso contrario risulterà tutto troppo rigido.

 Chris

 In esclusiva su Sperliniamo l’intervista che Antonio ci ha rilasciato (A chi? A me.. ndr)dopo averlo incontrato alla “Grande fiera delle notti insonni” di Milano.

C: “Antonio, ho sentito che gli ultimi giorni non sono stati molto tranquilli…”

A:”Già, purtroppo durante il mio ultimo lavoro ho avuto dei diverbi con alcuni dei miei colleghi”

C: “E’ sempre spiacevole.”

A:”Non credo sia un mistero ciò che è successo. Sono nati dei problemi riguardo le pretese di Procopio: da quando è stato pubblicato il suo ultimo servizio fotografico si è montato la testa. La redazione si è dimostrata molto flessibile nei suoi riguardi, posticipando impegni e organizzandosi in modo da agevolare le sue comparse. Nonostate questo ha avuto da ridire sull’impaginazione, sulla scelta del materiale e sulla professionalità dei colleghi. Tutte personalità di un certo livello, ovviamente. Gino, che è un pezzo di pane e avrebbe tutti i motivi per esigere serietà e correttezza data l’ampiezza dei suoi risultati, si è dimostrato un artista del suo calibro, proponendosi in maniera costruttiva e dando il suo contributo. In fondo, è pur sempre un lavoro di squadra. Affonda uno, affondano tutti.”

C:”Ad ogni modo siete riusciti a portare a termine il progetto”

A:”Sì, certo. E’ stato complesso ma quando si ha un obiettivo si è motivati.”

C:”E adesso cosa farai? Hai dei progetti?”

A:”Guarda, ora credo mi prenderò un po di tempo per me stesso. Mi iscriverò in palestra perchè vorrei passare nella categoria Lavori d.C. entro l’anno. E’ un onore e un privilegio far parte dei gioielli non indossabili ma vorrei rendermi utile. E nel frattempo mi dedicherò all’università. Ho già in programma diversi esami e arte moderna non si può prendere a cuor leggero.”

C:”Amori in vista?”

A:”Ti dirò che sto iniziando a ricredermi. Ho sempre preferito la vita da scapolo incallito, come tu ben sai, ma sto cominciando a pensare a una vita futura in compagnia.”

C:”E Spazzolino, Dentifricio e Colluttorio?”

A:”Be, i miei gatti faranno sempre parte della mia vita.”

Laboratorio di Wire: Antonioultima modifica: 2009-09-22T11:35:00+00:00da sperliniamo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento